Visto turistico: in quali Paesi è obbligatorio?


modulo-per-visto-turistico

Prima di affrontare un viaggio, è molto importante informarsi sulle linee guida in materia di visti, passaporti e vaccinazioni necessarie relative al Paese di destinazione. Il visto di ingresso è l’atto con il quale un Paese dà a un individuo straniero il permesso di accedere nel proprio territorio, per un certo periodo di tempo e per determinati fini. È internazionalmente conosciuto col il termine: visa 

Questo non significa che sia sempre necessario richiedere un visto turistico, al contrario, è obbligatorio solo per alcuni Paesi.  Informatevi se la vostra prossima destinazione di viaggio rientra nel gruppo dei Paesi in cui serve il visto e non dimenticate che i tempi di attesa necessari per ottenerlo possono essere lunghi, è importante muoversi con tempo.  

I Paesi in cui serve il visto 

Ci sono diverse modalità per ottenere il rilascio di un visto turistico. In molti casi è possibile richiede un visto online attraverso il Consolato o l’Ambasciata del Paese corrispondente. In altri, invece, è necessario rivolgersi a specifici uffici addetti al rilascio del permesso turistico. Ma quali sono i Paesi per cui il possesso previo del visto turistico è indispensabile? E quali quelli che accettano invece il solo passaporto?  

Canada 

Per visitare il Canada è necessario ottenere un’autorizzazione elettronica di viaggio. L’Autorizzazione elettronica di viaggio (eTA) è un nuovo requisito d’ingresso per gli stranieri esenti da visto (quindi tutti gli italiani) che volano o sono in transito in Canada. Il visto per il Canada eTA è collegato al passaporto in maniera elettronica ed è valida per un periodo di cinque anni o fino alla scadenza del passaporto.  

Fare domanda di eTA è una procedura facile che si completa online in pochi minuti. Sono necessari il proprio passaporto, una carta di credito e un indirizzo di posta elettronica. Il costo per la richiesta di eTA è di 7 dollari canadesi (circa 5 euro) e l’eTA. Il modulo di richiesta è disponibile sul sito Canada.ca/eTA 

Stati Uniti 

Tutti i cittadini italiani che si recano negli Stati Uniti per motivi di turismo o affari e un periodo non superiore ai 90 giorni non necessitano del visto, ma devono essere in possesso dell’ESTA, acronimo di Electronic System for Travel Authorization 

L’indirizzo ufficiale a cui connettersi per ottenere il modulo ESTA è questo, la pratica vi costerà 14 dollari, il costo reale del permesso (4 dollari per la domanda + 10 di imposta), da pagare al momento con carta di credito. L’autorizzazione al viaggio sarà valida per due anni dalla data di emissione. I requisiti necessari per visitare gli Stati Uniti cambiano a seconda della nazionalità del viaggiatore, per questo è importante informarsi con un certo anticipo sui documenti viaggio USA necessari per la partenza.   

esta-stati-uniti

Cina 

Il visto Cina permette entrare nel Paese, uscire o passare in transito verso un’altra destinazione. Di norma, il visto turistico autorizza rimanere durante 30 giorni nel Paese ed entrare un’unica volta. 

Se risiedete in Italia potete recarvi al Chinese Visa Application Service Center (CVASC) di Roma o il centro visti Cina di Milano, o al Consolato Cinese di Firenze e richiedere il modulo per il visto Cina. Se non potete recarvi a Roma, Milano o Firenze personalmente, potete utilizzare un’agenzia che organizzi la richiesta del visto turistico per la Cina. In questo caso dovrete inviare il vostro passaporto e i documenti necessari all’agenzia e loro si occuperanno di tutto.  Il visto turistico per la Cina costa 127,10 euro per la procedura regular, ovvero in 4 giorni.  

Australia 

Prima di richiedere un visto turistico per l’Australia dovrete conoscere alcune importanti informazioni, fra queste i requisiti per presentare la domanda, gli obblighi nel Paese e l’importanza di rispettare le condizioni previste dal visto. I cittadini italiani che si recano in Australia per turismo possono richiedere tre diverse tipologie di visto: eVisitor, ETA e il visto turistico Tourist visa. 

EVisitor Australia è pensato appositamente per i cittadini dell’Unione Europea, completamente gratuito, si può richiedere online inserendo nell’apposito modulo le date del viaggio e le informazioni relative al passaporto. Per ottenere il visto per l’Australia non è necessario recarsi fisicamente al consolato australiano con il passaporto e con i vostri documenti di viaggio, potrete comodamente sollecitarlo online.  

India 

Per visitare l’India è necessario un passaporto valido per almeno sei mesi dal momento dell’arrivo nel Paese e richiedere un visto d’ingresso presso gli uffici consolari in Italia. Il modulo di richiesta si deve compilare esclusivamente online ed è consigliabile richiederlo con largo anticipo rispetto al vostro viaggio in India. Potete informarvi presso l’Ambasciata dell’India a Roma Milano. Il costo del visto per l’India è di 68 euro.  

visto-india

Cuba 

Per entrare a Cuba è necessario che il passaporto abbia una validità residua di almeno 3 mesi. Inoltre, dal 2010 è obbligatorio stipulare anche un’assicurazione di viaggio per entrare nel Paese che copra le eventuali spese mediche necessarie.  

Il modo più economico per ottenere il visto è quello di recarsi presso il Consolato di Cuba a Roma o a Milano o potete rivolgervi presso un’agenzia che si occupa di visti.  

Cambogia 

Il costo per il visto turistico è di circa 30 dollari, dura 30 giorni ed è rinnovabile solamente per un altro mese. Il visto per affari ha un costo di 35 dollari e può essere rinnovato più volte per uno, tre, sei o dodici mesi. Ricordate che il passaporto dovrà avere una validità residua di almeno sei mesi, e durante il soggiorno è necessario portare sempre con sé fotocopia autenticata.  

Oltre al visto, alcuni Paesi richiedono al viaggiatore di stipulare un’assicurazione di viaggio. 

In Paesi come Russia o Cuba stipulare un’assicurazione di viaggio è obbligatorio per il viaggio, in altri è fortemente consigliata, perché il sistema sanitario è caro o perché è generalmente medio-basso, le strutture ospedaliere pubbliche di livello scadente o il reperimento in loco di medicinali non sempre affidabile.  

Con la polizza viaggio Totaltravel di InterMundial potrete contare con la migliore assistenza sanitaria, rimpatrio e trasporto sanitario, oltre che assistenza con il bagaglio o con il volo. Inoltre, sono coperte le spese di gestione e duplicato di documenti che dobbiate sostituire perché persi o rubati durante il viaggio: fra questi, il passaporto o il visto turistico.   

Previous Ice climbing: l'arte dell'arrampicata su ghiaccio
Next Galateo in volo: 6 cose che ogni viaggiatore deve sapere

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *