Vi siete mai chiesti a cosa serva un’assicurazione per viaggi all’estero? Può accadere che, quando ci troviamo in un Paese straniero, avvengano una serie di incidenti che possono comportare una certa spesa per la loro risoluzione. Queste sono le situazione in cui attua una polizza assicurativa sanitaria per viaggi all’estero, attraverso l’assistenza, la gestione e la risoluzione dell’infortunio e la coperture delle spese sanitarie.

Assicurazione viaggio estero: come usarla correttamente?

Assistenza sanitaria per malattia o infortunio, perdita del bagaglio o una possibile cancellazione del volo sono i problemi più comuni coperti da questo tipo di polizze viaggio. A continuazione vi indichiamo come utilizzarle correttamente, in modo tale da non avere problemi in caso di contrattempi durante il viaggio.

1. Differenza fra quello che è e quello che non è un’assicurazione viaggio estero

L’assicurazione sanitaria per viaggi all’estero rimborserà tutti i costi aggiuntivi che avete dovuto affrontare a causa di problemi durante il viaggio, sempre che la causa dell’infortunio rientri nelle coperture della polizza viaggio.

Bisogna comunque ricordare che questo tipo di polizze viaggio non sono un mezzo per arricchirsi, ma sì una garanzia di protezione e tutela.

2. Come funziona la vostra assicurazione per viaggi all’estero

Vi consigliamo di controllare con attenzione le coperture della polizza viaggio, così come l’ambito geografico e il periodo di tempo coperto. In questo modo potrete scegliere la polizza più adatta per il tipo di viaggio che state per intraprendere.

Le garanzie, così come i limiti e le esclusioni, sono elencati nelle condizioni generali della polizza viaggio, ma se avete dei dubbi, rivolgetevi alla compagnia assicurativa per chiarirli.

Come abbiamo detto, il motivo del vostro viaggio è fondamentale all’ora di scegliere quale tipo di assicurazione acquistare. Ad esempio, in InterMundial esiste un’assicurazione viaggio internazionale adatto ai turisti o ai viaggiatori zaino in spalla, un’altra adatta ai soggiorni studio all’estero, o una studiata appositamente per le persone che desiderano praticare delle attività sportive durante il viaggio.

10-motivi-per-aquistare-assicurazione-viaggio

3. Usate correttamente le copertura di cancellazione ed interruzione del viaggio

Nelle assicurazione di viaggio con copertura di cancellazione è necessario informare della cancellazione il prima possibile. Nei casi in cui le cause di cancellazione siano più di una, si terrà in conto solo la prima che presenterete. Per questo è importante che documentiate con cura la causa di cancellazione, visto che in caso di rifiuto non potrete presentare una seconda causa.

Inoltre è importante capire la differenza fra annullamento ed interruzione del viaggio. Il primo concetto si riferisce alla cancellazione del viaggio prima del suo inizio, la seconda, alla sua interruzione una volta incominciato. Per questo motivo, le spese di annullamento viaggio sì possono arrivare al 100%, mentre il rimborso per l’interruzione equivale alle prenotazioni non utilizzate.

4. Portate sempre con voi il numero della polizza a il telefono per contattare con la compagnia assicurativa

In viaggio portate sempre con voi il numero di telefono della compagnia assicurativa da contattare in caso di bisogno, così come il numero della vostra assicurazione medica per viaggio. Inoltre, oggigiorno, la maggior parte delle compagnie conta con diversi profili social network , attraverso i quali potrete risolvere possibili dubbi o sapere lo stato della vostra pratica. Troverete le informazioni di contatto nel vostro certificato o nell’Area Clienti del sito.

5. Contatta con la compagnia assicurativain caso di problemi

In caso di soffrire un incidente coperto dalla vostra assicurazione sanitaria internazionale per viaggio, dovete prima di tutto contattare con la vostra compagnia assicurativa. Il centro di Assistenza clienti della compagnia vi farà sapere come procedere e come attuare.

Inoltre, per coperture come l’assistenza sanitaria, sarà necessario contattare con la compagnia assicurativa per sapere in quale ospedale rivolgersi ed evitare così di dover anticipare il pagamento dei servizi. Allo stesso modo, in caso di perdita del bagaglio, solo informando la compagnia assicurativa dell’accaduto, questa si occuperà di ricercarle, localizzarle e di inviarvele ai legittimi proprietari.

assicurazione-sanitaria-viaggi-estero

6. Presentate i reclami per iscritto e con i documenti necessari in allegato

Se dovete presentare un reclamo, ricordate che deve essere sempre presentata per iscritto e di conservare una copia. I reclami devono essere sporti nel momento in cui avviene un incidente, nel luogo in cui questo si presenti e devono essere redattati dai responsabili della compagnia o dell’azienda implicata.

Non dimenticate di conservare tutti i documenti necessari per aprire la pratica. Ad esempio, in caso di problemi con i bagaglio o con la cancellazione del volo, sarà necessario richiedere e compilare il P.I.R (Property Irregularity Report). Conservate la carta d’imbarco, i documenti relativi al viaggio, ma anche i referti medici e le ricette, che vi saranno richiesti dalla compagnia assicurativa nel momento di rimborso.

7. Conservate sempre gli scontrini

In seguito a qualsiasi spesa come conseguenza diretta di un problema avvenuto durante il viaggio, è importante conservare gli scontrini fiscali e le fatture. Anche nei casi in cui la spesa sia minima, come ad esempio un panino all’aeroporto a causa del ritardo del volo, è necessario poterlo correttamente giustificare, in modo che la compagnia assicurativa possa rimborsarvi la spesa.

7 consigli per sfruttare l’assicurazione viaggio all’estero
5 (100%) 1 voto