Senza dubbio viaggiare con i bambini è un’esperienza indimenticabile: trascorrere del tempo di qualità con i propri figli, conoscendo nuove realtà e culture, è una fonte inesauribile di arricchimento sotto tutti i punti di vista, tanto per i genitori, come per i più piccoli. Ma nessuno ha detto che sia facile, al contrario.

Prima partire per un viaggio in famiglia è necessario, infatti, organizzarsi nei minimi dettagli, pensare a tutto quello di cui potrete aver bisogno: il biberon, i giochi preferiti, un kit di pronto soccorso con le medicine per ogni evenienza, l’assicurazione di viaggio, e soprattutto, dovrete cercare di non lasciare niente al caso.

Ma quali sono i consigli più utili e le raccomandazioni più preziose per affrontare al meglio bimbi e viaggi? Lo abbiamo chiesto alle massime esperte in materie: le mamme blogger, d’altronde chi meglio di loro sa come vivere al meglio le vacanze con i bambini, cercando di evitare problemi e contrattempi di vario tipo?

Bimbi e viaggi: quali sono i trucchi e le raccomandazioni più utili per viaggiare con i bambini?

Peekaboo Travel Baby

lucrezia-peekaboo-travel-baby

Lucrezia: due bambini , un cagnolone e tanta voglia di viaggiare.

Il segreto del mio successo per viaggiare serenamente in famiglia? Eccolo… o meglio eccoli! Mai senza…. 

Libri di carta perché riescono a far viaggiare mio figlio con la fantasia rendendo le soste meno dure e intrattengono mia figlia ma anche mai senza tablet perché ci sono i giochi che fanno interagire e persino imparare! 

Mai senza…. snack salati perché ci aiutano a combattere la nausea (nascosta sempre dietro l’angolo con mio figlio!) ma anche mai senza una caramella provvidenziale che in alcuni casi può fare magie! 

Mai senza… marsupio perché ti capiterà sempre quella passeggiata per cui il passeggino è off limits! E infine mai senza… dinosauro per mio figlio e mai senza ciuccio per mia figlia.

Non solo turisti

felicity-i-viaggiatori

Felicity: originaria del sud ovest dell’Inghilterra, viaggiatrice incallita da sempre, ora accompagnata dai suoi figli.

Per viaggi in aereo a lungo raggio con bambini di circa un anno e con peso non superiore ai 10 kg, chiedete alla compagnia aerea una culla per il volo in modo che sia voi che il bambino siate comodi durante il viaggio. Portatevi snack che di solito date al bambino, sempre utili in caso ci siano capricci improvvisi per calmarlo. Per voli notturni consiglio anche la melatonina in gocce per bambini, acquistabile in farmacia: 2-3 gocce subito dopo il decollo permetteranno al bambino di rilassarsi e addormentarsi più facilmente. Chiedete comunque in farmacia maggiori informazioni. 

Mercoledì tutta la settimana

mercoledì-tutta-la-settimana-serena

Serena: mamma viaggiatrice con una bimba di un appena un anno, senza nessuna intenzione di rinunciare alla sua passione di scoprire il mondo.

Ogni genitore conosce bene il proprio bambino quindi non c’è una regola fissa per viaggiare con loro, ma alcuni piccoli accorgimenti possono rendere il viaggio più piacevole. Per quanto riguarda la valigia cercate di non esagerare, se manca qualcosa si può comprare e se si sporca tutto si può lavare in loco; una bella lista con gli indispensabili, però, può farvi stare più tranquille in fase di preparazione alla partenza (p.s. non dimenticate mai il gioco preferito di vostro figlio!). 

Se il viaggio prevede un volo assicuratevi di portare sempre con voi un cambio completo, qualcosa da sgranocchiare se vostro figlio è già svezzato e qualcosa per intrattenerlo. Se potete prediligete voli a lungo raggio di notte, così il fuso orario sarà meno duro da digerire. Per semplificare la vostra vita prenotate le strutture in cui dormire in anticipo assicurandovi che abbiano un angolo cottura dove scaldare il latte o dove improvvisare un pasto se non avrete voglia di uscire. 

Ultima cosa, ma non per importanza: se siete dei grandi viaggiatori non fermatevi quando nasce vostro figlio! Coltivate la vostra passione e trasmettetela ai piccoli che sono delle spugne e, se abituati a viaggiare fin da piccoli, saranno dei cittadini migliori!

Mamma Far and Away

mamma-far-and-away

Fabiana: mamma blogger, un marito, tre figli e tre paesi: Irlanda, Francia ed Inghilterra, da dove racconta le avventure di una famiglia italiana all’estero.

Viaggiando con tre bambini ho imparato ad essere molto organizzata per tutte le evenienze: nello zaino non manca mai uno snack e l’acqua per tutti, le salviettine umide, sacchetti di plastica e un piccolo kit medico in caso di emergenze.  

Per stimolarli e incuriosirli condividiamo le guide, le mappe ed abbiamo tutti un diario di viaggio dove scrivere, colorare o incollare biglietti dei luoghi visitati o cartoline. Ci vuole organizzazione, pazienza ed empatia nel viaggiare con loro, adattandoci al loro ritmo e rispettando le loro piccole esigenze.

Crinviaggio

cristina-crinviaggio

Cristina: si definisce Veneta doc adottata dal mondo intero e ama scoprire il mondo insieme al suo piccolo viaggiatore.

Da quando sono mamma per me viaggiare ha assunto un altro significato. Assaporo lentamente un luogo, mentre prima il motto era: “guardiamo tutto il possibile nel minor tempo”. Mio figlio mi ha insegnato a rallentare i ritmi e a godermi il viaggio nelle piccole cose. Il consiglio che posso darvi per viaggiare sereni con un bambino è quello di assecondarlo qualche volta nelle sue scelte, di fermarvi quando è stanco, di leggergli un libro quando le ore in macchina si fanno pesanti, di passeggiare nell’aereo contando le persone che stanno dormendo, sorridere agli assistenti di bordo mentre si chiede un cioccolatino, nascondersi tra le vie di un piccolo borgo o dietro gli alberi di un parco per giocare a guardie e ladri….ecco fate vivere ai bambini il viaggio anche come un gioco, qualche volta ci dimentichiamo che in fondo sono ancora piccoli… poi tutto il resto viene da sé, anche la voglia di passare delle ore in un museo di arte contemporanea!

Valigia e Passeggino

elena-valigia-e-passeggino

Elena: amante dei viaggi fin da bambina, fermamente convinta che la nascita di un figlio non debba ostacolare la voglia di scoprire il mondo.

Per me l’organizzazione nel dettaglio è la parola d’ordine quando organizzo un viaggio con il mio bambino. Senza mai tralasciare la capacità di affrontare gli eventuali imprevisti, credo che andare sul sicuro pianificando il viaggio sia davvero importante. Quando si visitano dei luoghi come le grandi città è importante organizzare il giro in base alla presenza di parchi giochi o musei per bambini, per spezzare la giornata e fare in modo che anche i più piccoli si divertano esplorando la città a misura di bambino. L’ultima cosa importante è partire leggeri e con scarpe comode.

Non Chiamatemi Turista

francesca-non-chiamatemi-turista

Francesca: viaggia con i suoi figli perché, secondo questa mamma blogger, il mondo è il più bel parco giochi dove portarli.

In viaggio con i bambini bisogna avere mille accortezze – questo è vero – ma la responsabilità più grande di tutte è ricordarsi che il mondo che i nostri figli conosceranno, sarà quello che noi genitori mostreremo loro.

Viaggiare è Sognare

federica-viaggiare-e-sognare

Federica: romana di nascita, milanese d’adozione, questa mamma blogger non ha smesso di viaggiare, semplicemente ora lo fa accompagnata dal suo piccolo compagno d’avventura. 

Per i primissimi mesi preferite la macchina o il treno. La prima consente di fare più soste necessarie o strategiche, il secondo di alzarsi e passeggiare per calmarlo o distrarlo. Se scegliete l’aereo ricordate di aiutarlo nella compensazione attaccandolo al seno o dandogli il ciuccio in fase di decollo e atterraggio, durante il volo affidatevi al buon vecchio marsupio: fedele alleato di ogni mamma in movimento! Per i più grandicelli portate qualunque gioco lo aiuti a passare il tempo, ai più piccoli basteranno le coccole di mamma e papà.  

Per viaggi all’estero, non partite mai senza aver preventivamente stipulato un’assicurazione medica (aggiungerei anche quella di rimborso in caso di mancata partenza per cause di forza maggiore….con bimbi piccoli l’imprevisto dell’ultimo momento è sempre dietro l’angolo!).  

Nel bagaglio a mano portate l’essenziale e controllate sempre sul sito della compagnia aerea cosa vi è concesso portare a bordo senza costi aggiuntivi… vi sorprenderete di quante comodità vi saranno concesse con un bebè al seguito!  

Nel bagaglio da stiva, sbizzarritevi pure e infilate davvero tutto ciò di cui siete certi potrete avere bisogno! Non date per scontato che dove state andando si trovi una data medicina o un determinato latte in polvere….se entra, mettete in valigia l’indispensabile per il bimbo e lasciate a casa il superfluo per voi. 

Per bimbi molto piccoli e in fase di svezzamento è preferibile l’appartamento rispetto alla stanza di un hotel, la cucina vi regalerà maggiore autonomia per la preparazione delle pappe o del latte.  

Accertatevi sempre di trovare un comodo letto da campeggio al vostro arrivo (esigete la comodità, specificando anche di procurarvi il doppio materasso, perché spesso ve ne daranno di scomodissimi e noi mamme sappiamo quanto sia importante che il bimbo riposi bene durante tutta la notte!). Finché i bimbi sono piccoli e stanno nella carrozzina/passeggino (quest’ultimo deve essere ultraleggero!) non avrete difficoltà negli spostamenti e potrete trascorrere tantissime ore fuori.  

Infine, ricordate sempre di partire portando con voi una grande dose di….buonumore e un trolley pieno di curiosità, coccole e sorrisi perché genitori felici crescono bimbi felici!

Globe Trotting Kids

simona-globetrotting-kids

Simona:  vedere il mondo attraverso gli occhi della sua bambina è un motivo in più per non smettere di viaggiare e di scoprire il mondo.

Prepararli prima di partire alla destinazione scelta, cercando di coinvolgerli il più possibile in quello che andremo a vedere e fare, anche con l’ausilio di guide e libri apposta per bambini, mappe e atlanti, fotografie. Durante il viaggio possono tenere un piccolo diario dove scrivere o disegnare ciò che vedono, fanno, mangiano… È il modo migliore per tenere alta l’attenzione e ricordarsi dei viaggi, e anche al rientro costituisce un ricordo prezioso da tenere. Mia figlia che ha 6 anni ha già la sua piccola macchina fotografica!  

Per quanto riguarda suggerimenti più pratici, dotarsi di giochi da viaggio (i classici giochini ormai si trovano in versione mini da portare agevolmente in un piccolo zainetto), libri, album da colorare, carte (ne fanno di meravigliose con giochi per tutte le età!), e altri diversivi per trascorrere i tempi di viaggio e di attesa, che a volte possono essere lunghi se accadono inconvenienti. Noi solitamente mettiamo tutto nel bagaglio a mano di nostra figlia, che è un piccolo trolley da bimba con le ruote da portare sempre con se anche da sola!

I Viaggi dei Rospi

alessandra-i-viaggi-dei-rospi

Alessandra: amante della montagna, delle passeggiate tra i boschi e della natura, questa mamma ora viaggia accompagnata dai suoi due piccoli Rospetti.

Nella valigia dei “ragazzi” non mancano mai una maglia termica e un kway indispensabili quando il tempo fa i capricci, ciabattine e costume da bagno perché piscina o terme sono un fuori programma che mette sempre tutti d’accordo, e un mini kit da disegno da tirare fuori dallo zainetto in caso di lunghe code. Per i grandi invece, ricordatevi di mettere in valigia pazienza, divertimento e voglia di sporcarvi le mani!

Bimbi e Viaggi

milly-bimbi-e-viaggi

Milly: viaggiatrice indipendente, ama viaggiare per il mondo con la sua piccola grande esploratrice Amanda.

Viaggiare con i bambini, per un’appassionata di viaggi, è un’esperienza ricca e intensa, al di là di ogni aspettativa. Ti consente infatti di vedere il mondo con occhi diversi, di entrare meglio in contatto con la gente del posto e di scoprire un modo più lento di assaporare le terre che si stanno visitando. 

È innegabile però che un viaggio in famiglia, soprattutto agli inizi, richieda qualche piccolo compromesso, che consenta di conciliare le esigenze di grandi e piccoli esploratori. Il principale consiglio che posso dare alle neo mamme è quello di non farsi frenare dalle paure… e anche di non ascoltare troppo le raccomandazioni altrui. Basta organizzarsi e pianificare meglio un viaggio per partire sereni e pronti per ogni evenienza, dal cibo alla nanna, passando per il risparmio. Viaggiare con i bambini ovviamente costa di più però non dobbiamo dimenticarci, per esempio, che fino ai 2 anni non si pagano i voli. Monitorando le offerte delle compagnie aeree e magari volando in bassa stagione, inoltre, si riesce a ridurre notevolmente il budget necessario per un viaggio anche lontano. Alloggiando in appartamento, infine, si riesce a conciliare la comodità di avere tutto a portata di mano con la necessità di risparmiare sui pasti. 

Questi sono solo alcuni dei consigli che posso dare alle mamme che viaggiano e ne approfitto per comunicare loro che tra pochissimi giorni esce il mio libro che si intitola proprio “Bimbi e Viaggi, la guida completa per viaggiare sereni con i bambini” in cui io e Michela (coautrice del libro) demoliremo uno ad uno tutti i timori delle mamme alle prese con i viaggi!

Italia con i Bimbi

maria-luisa-viaggi-con-bimbi

Maria Luisa: appassionata dei viaggi in famiglia e delle escursioni a misura di bambino, quando si può senz’auto.

Viaggiare con i bambini è bellissimo ma può diventare faticoso, per ridurre al minimo lo stress consiglio di scegliere destinazioni adatte anche dal punto di vista della morfologia del territorio, prevedere pause per riposare e momenti ludici, portando sempre giochini e album da colorare. Poi attrezzarsi con passeggino leggero, fascia o zaino porta-bimbo se bisogna camminare molto, oppure usare bus e trenini turistici nelle grandi città. Per chi viaggia con bambini molto piccoli, consiglio le strutture family che risolvono tutti i problemi pratici, fornendo attrezzatura completa mentre, per chi ha superato la fase critica, va bene anche un hotel di catena low cost, appartamenti e ostelli con camera familiare. Se volete visitare un museo, o una mostra, meglio prenotare visite guidate per famiglie o almeno le audioguide per bambini. Come mezzo di trasporto ideale, noi scegliamo il treno perché è quello che permette di muoversi e giocare, anche se attualmente i voli aerei sono molto economici e più veloci.

Grazie a tutte le mamme blogger che hanno partecipato!

 

Trucchi di 12 mamme blogger per viaggiare con i bambini
5 (100%) 3 voto