L’arrivo della primavera e l’esplosione dei ciliegi in fiore


Corea

Arriva la primavera e come ogni anno si avvicina la stagione della fioritura dei ciliegi. In Giappone si celebra l’hanami: migliaia di giapponesi si ritrovano nei parchi cittadini e passeggiano sotto gli alberi in fiore, un rito millenario che si ripete ogni anno fra marzo e aprile in tutto il Paese del Sol Levante.

Ammirare la fioritura di queste piante è possibile non solo in Giappone, ma anche negli Stati Uniti, in Canada, in Europa e là dove c’è stato alcun contatto o legame con il paese asiatico.

Canada

Canada

A Toronto nell’High Park si trovano una moltitudine di ciliegi regalati alla città dal Giappone nel 1959. Ma non solo, a Vancouver ogni anno si celebra il Vancouver Cherry Blossom Festival e nelle vicinanze delle cascate del Niagara sono presenti diverse piante di ciliegio

Cina

Cina

Grazie a donazioni da parete del Giappone, in Cina si possono ammirare queste bellissime piante in diversi parchi, come il Longwangtang Cherry Blossom Park e il Nanshan Botanical Garden.

Corea del Sud

Corea

La festa legata al hanami fu introdotta durante la dominazione giapponese. Oggi, anche se in parte sono ancora viste come simbolo dell’occupazione, si trovano molte piante di ciliegio nella regione di Seul.

Australia

Australia

Nel 1979 venne costruito il Cowra Japanese Gardenun giardino in memoria dei soldati giapponesi caduti durante la Seconda Guerra Mondiale. Qui è possibile ammirare, nel mese di settembre, la fioritura del ciliegio.

Brasile

Brasile

In Brasile si trova la più grande comunità giapponese del mondo. Per questo motivo, in diverse zone del paese e in particolar modo nella regione di San Paolo, è possibile vedere piante di ciliegio nelle vicinanze di costruzioni legate al Giappone.

Germania

Germania

Ad Amburgo, ogni primavera, si organizza un vera e propria festa in onore della fioritura dei ciliegi.

Olanda

Olanda

Nel 2000 vennero regalati al comune di Amstelveen, vicino ad Amsterdam, 400 esemplari di piante di ciliegio. Ogni albero ha un nome, metà è un nome femminile giapponese, mentre l’altra metà uno femminile olandese.

Una volta scelto il destino, e a seconda del viaggio che avete intenzione di intraprendere, è utile informarsi sulla possibilità di stipulare un’assicurazione di viaggio. A seconda delle vostre necessità potrete trovare delle polizze specifiche, studiate appositamente per la buona riuscita del viaggio.

Foto | Yanxin Wang, Radamés Manosso, Michelle Lee, Kamal Zharif Kamaludin, Brandon Oh, hojusaram, Roselinde Bon

Via | InterMundial Assicurazioni Viaggio

Previous I Parchi Nazionali più spettacolari del mondo
Next L’orologio che i viaggiatori hanno sempre sognato: l’Apple Watch