Certi viaggi si organizzano con largo anticipo, ad esempio per soggiornare in un buon hotel in alta stagione senza pagare troppo, o per cercare di volare proprio durante i giorni che volevamo. Tuttavia, quando organizziamo un viaggio con tanto anticipo, abbiamo paura che possa capitare un imprevisto che lo renda impossibile, e di perdere così i soldi spesi nelle varie prenotazioni. Che cosa potrebbe succedere che renda impossibile la partenza? Si pensa immediatamente a problemi di salute, di lavoro, di studio o ad infortuni che possono comportare una spesa importante o a lunghe procedure amministrative. Tuttavia, esistono altre cause inevitabili, al di fuori del nostro controllo, che possono portarci a dover cancellare o interrompere il viaggio: stiamo parlando delle cause di forza maggiore.

Che cosa le cause di forza maggiore?

Si considera forza maggiore un avvenimento inevitabile che, nonostante le precauzioni, non può essere evitato e per il quale non possiamo più partire. Fra le cause troviamo la dichiarazione di zona catastrofica della destinazione di viaggio gli atti di pirateria.

Dichiarazione ufficiale di zona catastrofica

Se dichiarano zona di catastrofe il luogo di residenza, quello previsto come destinazione di viaggio, o quello di passaggio verso la destinazione, purché questo sia l’unico passaggio disponibile. Le cause per cui si può dichiarare una zona catastrofica sono, ad esempio, forti venti di tempesta, cadute di massi o allagamenti, terremoti o esplosioni vulcaniche

Atti di pirateria

Se avvengono dirottamenti dei mezzi di trasporto aerei, terrestri o navali che rendano impossibile iniziare o proseguire il viaggio. Ad esempio, nei casi di atti di pirateria, quando si produce un attacco da parte dei membri di una nave in acque internazionali o in zone non soggette alla giurisdizione di uno Stato, con l’obiettivo di rubare merci, gli effetti personali dei  passeggeri a bordo, sequestrali o impadronirsi della stessa nave.

Grazie all’assicurazione di viaggio, per queste due cause di forza maggiore, sarà possibile cancellare e recuperare i soldi della prenotazione.

La copertura di annullamento o interruzione del viaggio garantisce il rimborso delle spese di cancellazione che possono generarsi dal momento della prenotazione del viaggio fino al ritorno a casa, o se dovete interrompere il viaggio in seguito a queste due cause di forza maggiore. In questo caso, la compagnia assicurativa rimborserà le spese delle prenotazioni non godute.

Le cause di forza maggiore possono sembrare poco probabili, ma l’assicurazione annullamento viaggio di InterMundial copre molte altre cause più comuni, per le quali potreste cancellare un viaggio. Fra queste ricordiamo: malattia grave dell’assicurato o di un famigliare, motivi di lavoro, presentazioni ad esami di concorsi pubblici, firma di documenti ufficiali, ecc.

La copertura di annullamento è presente in più di una polizza viaggio, come ad esempio in Totaltravel, o è possibile scegliere un’assicurazione annullamento, come go | cancellation. Questa polizza assicura il rimborso di tutte le spese di cancellazione generate da una delle 34 cause coperte.

Come abbiamo visto, in caso di dover cancellare o interrompere il viaggio, la compagnia vi rimborserà l’importo delle spese di cancellazione. I termini di cancellazione delle prenotazioni dipendono da dove è stata effettuata dal momento in cui avviene.

Causa di forza maggiore ed assicurazione di viaggio
Ti è piaciuto il post? Votalo!